Per carità è solo un gioco che scaturisce dai cognomi, in fondo cosa volete che sia una s in più o in meno. Però in questo caso, se aggiungiamo una s il nome diventa Balasso e fa già sorridere, evocando l’inconfondibile parlata veneta dell’attore e scrittore rodigino, reso celebre dalle apparizioni in Tv, a Zelig, dove inizialmente portava il personaggio di attore di cinema poooorno! Quello che stava sempre attento se qualcuno gli passava… dietro.

Togliamo una s ed ecco Fabio Balaso, 18enne promettente libero della Tonazzo Padova Volley ha appena confermato per altri tre anni. 
Anche lui cerca di far star sicura… dietro, la sua squadra, intercettando nella sua zona di campo ogni palla avversaria raggiungibile. 
Fabio Balaso, che è nato il 20 ottobre del 1995, ha esordito a 16 anni in
serie B1 e a 17 anni in serie A2. Non solo. Il libero di Camposampiero si è
subito guadagnato la maglia da titolare della Tonazzo Padova ed è stato uno dei
protagonisti dello scorso campionato.