La locandina di The Highwaymen – L’ultima imboscata

The Highwaymen, su Netflix

THE HIGHWAYMEN – (titolo italiano: L’ultima imboscata).Regia: John Lee Hancock. Interpreti: Kevin Costner, Woody Harrelson, Kathy Bates, Kim Dickens, John Carroll Lynch, W.Earl Brown, Thomas Mann, William Sadler. * visto in edizione originale inglese con sottotitoli in italiano

The Highwaymen, appena uscito sulla piattaforma Netflix, al di là delle sue qualità, ha il grande merito di ripristinare la verità storica sulla più celebre coppia di banditi assassini, Bonnie e Clyde, con un film rigoroso e prezioso. Gli interpreti, Kevin Costner e Woody Harrelson sono una coppia straordinaria. Il primo con una recitazione scarna e asciutta, quasi dolente nel perseguire la sua missione, l’altro sublime in ogni smorfia, anche a regalare momenti di ironia. Bonnie e Clyde mietono vittime, la polizia non riesce ad arginare la loro furia sanguinaria e la gente parteggia per loro, in un modo che vedendo questo film appare sorprendente e assurdo. A dar loro la caccia vengono riesumate due vecchie glorie dei Rangers. O meglio, il noto agente Frank Hamer, che andrà a riprendersi il suo vecchio partner Maney Gault.

Una coppia di anziani ma esperti Rangers del Texas, in pensione dopo che il corpo è stato sciolto. Ma se Costner ha una splendida casa e una adorabile moglie, Harrelson sopravvive sulle spalle della figlia e la casa è stata messa in vendita dalle banche, che dopo il crac del 1929 erano viste come il male assoluto. Proprio come oggi e non a torto.
Il film indubbiamente risulta un po’ lento per i canoni contemporanei, ma per me anche questo fa parte della sua bellezza. Un film che restituisce verità ad una storia tramandata in maniera distorta, vissuta già allora con un discutibile tifo a favore dei sanguinari assassini. E rivaluta il lavoro degli agenti Hamer e Gault sottolineandone la tenacia, la determinazione, in un’epoca dove la tecnologia era ancora assente. Eppure emerge il talento delle intuizioni investigative, che si basavano sui rapporti iniziali e studiavano dettagli, abitudini, percorsi, per cercare di anticipare le mosse dei ricercati.
Bonnie e Clyde erano giovanissimi, i due agenti avevano già un’età, eppure alla fine l’esperienza prevale. Una valida sceneggiatura, un’accurata ricostruzione dell’epoca e l’interpretazione di Costner e Harrelson, fanno di The Highwaymen un film interessante.
La scena finale è stata girata nel luogo dove i gangster, spietati, conclusero la loro esistenza.

Una curiosità riguarda Woody Harrelson, che nel 1994 interpretò Natural Born killer (uscito col sottotitolo Assassini nati), il film di Oliver Stone che narrava le geste e la popolarità mediatica conquistata da una coppia di giovani assassini, una storia che in qualche modo ricordava proprio Bonnie e Clyde. Quella volta però, Woody Harrelson era lo spietato assassino.

The Highwaymen, su Netflix


Il trailer originale

https://www.youtube.com/watch?v=lVf_GU99MoA

https://it.wikipedia.org/wiki/Highwaymen_-_L%27ultima_imboscata

Gangster story, il precedente di Arthur Penn

https://www.ilpost.it/2017/08/16/bonnie-e-clyde-gangster-story/