Gonzalo Higuain in gol contro il Sassuolo

Higuain con la Juventus, da Pipita a Pipa. Gonzalo ha cambiato anche il soprannome dai tempi ormai passati, quando giocava a Napoli e tutti cominciarono aconoscerlo con il soprannome El Pipita.  Curiosamente Gonzalo quel soprannome lo ereditò dal padre Jorge, che giocava a calcio in Argentina e fu soprannomitato El Pipa, pare per via del naso piuttosto pronunciato. Sporgente sul viso come una pipa, o come un tubo, che è l’altro significato figurato attribuibile alla parola. Quando sui campi di calcio arrivò Gonzalo, il soprannome riservato al papà si addolcì, e così El Pipa divenne El Pipita.
Ma ora, da Napoli e Torino, si è consumato il viaggio inverso e Higuain dai compagni bianconeri è chiamato Pipa. Me ne sono accorto guardando le partite della Juventus con il canale audio senza commento, con il solo sonoro dello Stadium: trovo bellissimo seguire le partite in questo modo. Si sentono gli applausi per le giocate, si ascoltano le voci in campo di allenatori e giocatori. Si vive in qualche modo, o meglio si ha l’illusione di vivere, l’atmosfera dello Juventus Stadium. Un’opzione che prediligo quando è possibile. Così ho sentito Buffon chiamare il Pipa nelle azioni di calcio d’angolo, quando Higuain va in difesa per svettare di testa. Ora ho notato anche anche il sito ufficiale della Juve, Juventus.com, in un post ha ufficializzato il nuovo soprannome di Gonzalo. In fondo un ritorno alle origini. Il Pipita giocava a Napoli, a Torino con la Juve c’è il Pipa.

http://www.juventus.com/it/news/news/2018/ci-aspettano-cinque-mesi-da-vivere-al-top-parola-di-pipa.php