http://www.corrieredellosport.it/volley/a1_maschile/2014/12/16-388299/SuperLega%2C+Massaccesi+rimette+il+mandato

Con tutte le problematiche del periodo, la Lega
Pallavolo maschile avrebbe fatto volentieri a meno di un’improvvisa e
particolare crisi in cui è scivolata da domenica sera, dopo il violento
attacco sferrato dal presidente del Perugia, Gino Sirci, al presidente
della Lega, Albino Massaccesi. Conseguenza di un episodio, peraltro
palesemente frainteso, avvenuto nel corso dell’anticipo di sabato Lube
Treia-Sir Perugia. Ritenendo che Massaccesi fosse andato ad inveire
contro gli arbitri (quando invece il dirigente marchigiano si era alzato
per andare a strigliare la sua squadra che stava giocando male), Sirci
ha scritto un comunicato molto duro e pesante, invitando Massaccesi a
dimettersi dalla sua carica in Lega.
E
così quella che avrebbe potuto rimanere una querelle personale, tra
l’altro risolvibile a quattr’occhi a fine partita o anche al telefono il
giorno dopo, è diventata una pubblica bufera che ora la Lega si trova
ad affrontare in tempi stretti.
Albino
Massaccesi infatti, lunedì ha comunicato con una lettera al Consiglio di
Lega, di cui lo stesso Sirci fa parte, la sua volontà di rimettere il
mandato. Ora il Consiglio dovrà riunirsi in tempi brevi, probabilmente
tra giovedì e venerdi, per un

confronto sulle dimissioni di Massaccesi.
Il Consiglio è composto anche dai vicepresidenti Falivene e Miccolis, da
Sirci, Joan, Cormio, D’Onofrio e Righi. Non è detto che si arrivi ad
una votazione ma se la questione personale (perchè Sirci non è contrario
al doppio incarico della presidenza di Lega) non si risolverà non è
nemmeno escluso che possa essere alla fine Sirci a decidere di lasciare
il Consiglio.