Juventus-Fiorentina 3-0, due rigori di Ronaldo

Juventus-Fiorentina 3-0, due rigori di Ronaldo decidono una partita difficile, soprattutto nel primo tempo, che ha visto la Fiorentina andare vicinissima al gol in almeno due occasioni (4 tiri in porta contro uno solo bianconero).
Quando al 22° due colpi di tacco dei viola, prima Benassi e poi Chiesa, hanno obbligato il portiere Szczesny ad un bellissimo intervento, con la mano aperta e sospesa prima di smanacciare la palla diretta in rete. Bravo il polacco prima sul tiro di Pulgar, poi anche sulla conclusione da fuori area di Lirola, e brividi in curva per una palla velenosissima che ha attraversato tutta l’area senza trovare la fatale deviazione viola.

Juventus, una vittoria di rigore

Non è la prima volta che lo si dice e temo nemmeno l’ultima. I tre punti sono stati la cosa più importante e bella della partita giocata dalla Juventus, primatista di vittorie in Serie A: 1600. Sarri ha scelto il tridente, con un pimpante Douglas Costa in campo e Dybala in panchina e Rabiot in campo al posto di Matuidi. Ha poi chiesto a Pjanic di giocare più avanzato e ha potuto contare su una difesa che non si è macchiata di leggerezze. Quando ha rischiato nel primo tempo, è stato per la bravura degli attaccanti viola.
Un solo tiro in porta nei primi 45 minuti le solite difficoltà a distendersi con un gioco brillante e fantasioso. Tante buone idee senza sbocchi, buone intenzioni ma zero concretezza. Il rigore è arrivato per un fallo di mano da riflesso automatico: il braccio destro di Pezzella è attaccato al corpo ma la palla incoccia sulla mano sinistra aperta, inducendo il Var ad assegnare il penalty.
Tutti concordi nel dire che il rigore è giusto, io continuo a pensare che questa mania esasperata di punire i tocchi di mano, anche quelli involontari e frutto delle inevitabili leggi della fisica e della mobilità (come chiunque abbia giocato a calcio ben sa) abbia rovinato il calcio. E lo ribadisco anche oggi che la Juventus ne ha tratto giovamento, come lo dissi nelle varie occasioni in cui fu penalizzata. Il discorso vale per tutti.
Un altro rigore ha chiusola partita a dieci minuti dalla fine: Bentancur è partito in slalom entrando in area, dove è stato bruscamente fermato da Ceccherini. I viola hanno contestato tantissimo la decisione, anche questa al VAR, il presidente Commisso alla fine ha esternato come da copione contro gli arbitri e non solo.

de Ligt, primo gol bianconero allo Stadium

Il 3-0 è stato messo a segno dall’olandesone de Ligt, al secondo gol in Serie A, ma primo allo Stadium con la maglia bianconera. De Ligt, autore di un’ottima prestazione, ha girato in rete di testa un corner calciato da Dybala. Aveva già segnato in quella stessa porta nella scorsa stagione, quando l‘Ajax eliminò la Juve dalla Champions proprio con il suo gol. In campionato era finito nel tabellino dei marcatori sempre a Torino, ma al Comunale, nel derby con i granata.

I numeri super di Ronaldo

Cristiano Ronaldo prosegue la sua serie positiva in tema di marcature. E’ andato in gol per la nona partita consecutiva, come Trezeguet nel 2005. In Serie A ha toccato quota 40 reti (più 10 assist) mentre sono 50 in 70 partite i gol complessivi con la Juventus. Il primo rigore infilato di forza e precisione alla destra del portiere viola che aveva intuito, il secondo messo in rete spiazzando Dragowski, sempre nell’angolino alla destra dell’estremo difensore.

,

Juventus-Fiorentina 3-0, il tabellino

JUVENTUS-FIORENTINA 3-0
RETI: Ronaldo rig. 40′ pt e rig. 35′ st, de Ligt 46′ st
JUVENTUS Szczesny; Cuadrado, de Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Rabiot (43′ st Matuidi); Douglas Costa (38′ st Bernardeschi), Higuain (22′ st Dybala), Ronaldo
A disposizione: Buffon, Pinsoglio, De Sciglio, Rugani, Coccolo, Ramsey
Allenatore: Sarri
FIORENTINA Dragowski; Ceccherini, Pezzella, Igor; Lirola (44′ st Agudelo), Benassi, Ghezzal (15′ st Vlahovic), Pulgar, Dalbert; Chiesa, Cutrone (28′ st Sottil)
A disposizione: Terracciano, Brancolini, Dalle Mura, Terzic, Venuti, Badelj
Allenatore: Iachini
ARBITRO: Pasqua
ASSISTENTI: Lo Cicero, Tolfo
QUARTO UFFICIALE: Maresca
VAR:  Calvarese, Di Paolo
AMMONITI: 33′ pt Chiesa, 35′ pt Bonucci, 39′ pt Pezzella, 5′ st Ghezzal, 35′ st Ceccherini


Leandro De Sanctis

Torna in alto