Benedetta Porcaroli e Alice Pagani in una scena di Baby, seconda stagione della serie Tv su Netflix
Baby, seconda stagione su Netflix

Baby, la seconda stagione su Netflix. La seconda stagione di una serie che ha incredibilmente riscosso notevole successo anche all’estero (sui titoli di coda scorrono i doppiatori delle varie versioni) non permette di cambiare il giudizio severo sulla qualità di questa serie tv Netflix. Basterebbe andare a rileggere quanto scritto su questo sito in occasione della prima stagione
Si potrebbe sintetizzare il tutto con poche parole: una serie scritta male e recitata peggio.
Baby presenta la peggio gioventù dei quartieri bene di Roma, dei Parioli, prendendo spunto dalla realtà, dalle baby squillo di cui molto si seppe quando lo scandalo delle studentesse che si prostituivano venne alla luce, coinvolgendo ragazze e clienti, maturi e ricchi.
Ma Baby non riesce ad offrire un quadro credibile perché tutto ciò che propone risulta artefatto, finto, viziato dalla mancanza di credibilità di una sceneggiatura a tratti ridicola e imbarazzante, di un soggetto che non convince così come è stato elaborato. Le vicende risultano perfino stucchevoli e noiose. Per allungare il brodo stavolta abbondano gli sguardi fissi nel vuoto e i lunghi silenzi, che dovrebbero in teoria dare spessore ai personaggi, ma che non fanno che renderli ancor più stonati.
Per non parlare dell’uso insistito, e del tutto a sproposito, delle riprese al rallentatore (stavo per usare la parola rallenty, che però non esiste…).
Insomma, portare a termine le sei puntate della seconda stagione è stato un esercizio di pazienza, una battaglia logorante contro la noia e la tentazione di non andare oltre.
Baby conferma che un conto è la qualità, altro il successo. Il fatto che abbia avuto un seguito non significa che sia un buon prodotto. E se i giovani attori di questa serie dovrebbero essere il futuro della fiction e del cinema italiano, siamo messi davvero male. Né dal naufragio si salvano gli attori della vecchia guardia, anche loro deludenti.

Baby, la seconda stagione della serie Tv Netflix

La scheda

BABY, seconda stagione – Serie Tv su Netflix (dal 18 ottobre). Regia: Andrea De Sica e Letizia Lamartire. Interpreti: Benedetta Porcaroli, Alice Pagani, Chabeli Sastre Gonzalez, Isabella Ferrari, Galatea Ranzi, Claudia Pandolfi, Paolo Calabresi, Riccardo Mandolini, Brando Pacitto, Mirko Trovato, Massimo Poggio, Beatrice Bartoni, Lorenzo Zurzolo, Giuseppe Maggio, Max Tortora, Thomas Trabacchi, Denise Capezza, Sergio Ruggerie Filippo Marsili. Ogni stagione sei episodi tra i 40 e i 50 minuti. Ci sarà una terza stagione.

La prima stagione per Visto dal basso

Trailer

Non avere paura, canta Tommaso Paradiso