Steve Hackett al Brancaccio, 29 aprile

Steve Hackett al Brancaccio

Steve Hackett nel tempio romano del rock e prog, il Teatro Brancaccio. Il chitarrista intramontable che da qualche anno ha deciso di rispolverare il suo passato nel Genesis portando in tour le musiche rimaste nel cuore degli appassionati di antica data, è tornato a Roma pochi mesi dopo la sua splendida serata al Foro Italico, allo stadio del tennis, dello scorso agosto.

Nel frattempo è uscito il suo nuovo album, At the edge of light, che testimona la sua vitalità artistica, la sua curiosità nell’aprirsi a formule musicali non legate esclusivamente alle radici progressive. Una serata con Steve Hackett vale sempre il prezzo del biglietto, due ore e mezza di emozioni musicali ogni volta arricchite da sfumature diverse. Stavolta lo show, diviso in due parti, si apriva con qualche brano del nuovo album e la riproposizione di pezzi tratti da Spectral mornings,  poi nella seconda parte Selling England by the pound eseguito interamente, con l’aggiunta di Deja vu, firmata Peter Gabriel-Steve Hackett, che era rimasta fuori dal vinile LP, e che Hackett aveva riproposto nel 1996, nel suo primo album Genesis Revisited. Molti brani Steve li aveva già suonati in questi anni (particolarmente apprezzate le digressioni jazzistiche con cui ha impreziosito e rinfrescato I know what i like) , ma stavolta ci sono anche More fool me e The battle of Epping Forest.
Inutile sottolineare come l’esecuzione di Firth of fifth sia sempre il momento clou, un pezzo che non sfiorisce e che strappa gli applausi più calorosi, a mio avviso uno dei più belli di sempre e non solo dei Genesis, con una partitura tastieristica e un assolo di chitarra ineguagliabili.
La novità nella band in questa tournée iniziata il 22 aprile in Belgio (a Ostenda) è la presenza del drummer Craig Blundell, che ha sostituito Gary “bombetta” O’Toole alla batteria. Stasera Steve Hackett suonerà a Bologna, il 2 maggio a Torino, il 3 a Bergamo, concludendo la prima fase italiana. Tornerà in luglio con quattro date: Genova (14), Pordenone (16), Mantova (17) e Firenze (18).  Il tour andrà avanti fino a novembre, ultima data il 29 novembre all’Hammersmith d Londra, dopo aver girato l’Europa, il Canada e gli Stati Uniti, oltre naturalmente alla Gran Bretagna,

Firth of fifth al Brancaccio, frammento
https://www.facebook.com/100008330443471/videos/2309211186033207/?story_fbid=2309216032699389&id=100008330443471&notif_id=1556579519918925&notif_t=notify_me

GENESIS REVISITED TOUR 2019
Selling England by the pound + Spectral Mornings.
Steve Hackett (chitarre e voce), Roger King (tastiere), Rob Townsend (fiati, tastiere cori), Jonas Reingold (basso), Craig Blundell (batteria) Nad Sylvan (voce)

Al Foro italico nell’estate 2018
https://www.vistodalbasso.it/2018/07/05/musica-steve-hackett-al-foro-italico/

Steve Hackett al Brancaccio, 29 aprile

Steve Hackett al Brancaccio, 29 aprile

steve hackett al brancaccio 29 aprile

Steve Hackett al Brancaccio, 29 aprile

Steve Hackett al Brancaccio, 29 aprile

Steve Hackett al Brancaccio, 29 aprile

 

Steve Hackett al Brancaccio, 29 aprile

Steve Hackett al Brancaccio, 29 aprile

Steve Hackett al Brancaccio, 29 aprile

Steve Hackett al Brancaccio, 29 aprile

https://it.wikipedia.org/wiki/Steve_Hackett

http://www.hackettsongs.com/

https://www.vistodalbasso.it/?s=steve+hackett

Al Foro italico nell’estate 2018

https://www.vistodalbasso.it/2018/07/05/musica-steve-hackett-al-foro-italico/