La locandina del film First man, di Damien Chazelle

FIRST MAN . Regia: Damien Chazelle. Interpreti: Ryan Gosling, Claire Foy, Kyle Chandler

First man, e Damien Chazelle continua a spaziare tra i generi, ogni film un mondo diverso: dalla musica, con il controverso rapporto tra l’allievo che studia la batteria e l’insegnante dai metodi crudeli, al musical (il celebratissimo La La Land) ed ora nello Spazio.
First man è un film particolare, per certi aspetti a metà strada tra il documentario sceneggiato e il film vero e proprio. Divisibile in due parti distinte che s’intrecciano. Da un lato c’è l’uomo Neil Armstrong, raccontato nei suoi silenzi, attraverso il dolore per la perdita della figlioletta. Un animo tormentato ed irrisolto, anche nel rapporto con gli amici e con la moglie. Ma su tutto la sua passione per il volo, primaria ragione di vita che mette sopra ad ogni cosa, senza timore di rischi o sconfitte. Il gusto di andare oltre, di misurarsi con l’ignoto, con i limiti, fatti per essere superati.
First man racconta l’astronauta che per primo mise piede sulla Luna, la sua tormentata esistenza terrena, le sue straordinarie qualità di astronauta. E ci riporta all’atmosfera di quell’epoca, al duello tra Russia e Stati Uniti per la conquista dello Spazio, con le sue speranze, i sogni, i fallimenti, il prezzo pagato in vite umane in quella che per molti fu una folle corsa. Armstrong ha il volto di Ryan Gosling, già protagonista di La La Land, con i suoi silenzi, gli sguardi muti che dividono il pubblico sulle sue qualità di attore. Io sono tra coloro che lo ritengono funzionale ai ruoli che interpreta.
Ma in First man a svettare è la moglie di Neil, interpretata con profondo spessore e intensità da Claire Foy, che regala al film la sua umanità, il suo amore di moglie messo a dura prova emotiva dalle scelte e dalla vita del marito.
La cosa che colpisce del film, ed è il suo merito più grande, è la capacità di trasmettere le vere sensazioni di quelle navicelle spaziali, i rumori assordanti, le vibrazioni rumorose, quel traballare forte e continuo all’interno degli angusti e claustrofobici abitacoli. Una colonna sonora di effetti reali che contrasta con le immagini pulite e silenziose che arrivavano dallo Spazio. E questa scelta realistica rende il film interessante, al di là delle sue imperfezioni.

Trailer doppiato

https://www.youtube.com/watch?v=4V2hHNKwmoo

Trailer originale
https://www.youtube.com/watch?v=PSoRx87OO6k

Gemini 5
https://it.wikipedia.org/wiki/Gemini_5

Apollo 11
https://it.wikipedia.org/wiki/Apollo_11

https://www.focus.it/scienza/spazio/apollo-11-rese-pubbliche-19-mila-ore-di-conversazioni-terra-luna

Damien Chazelle

https://it.wikipedia.org/wiki/Damien_Chazelle

Ryan Gosling
https://it.wikipedia.org/wiki/Ryan_Gosling

La La Land su Visto dal basso

https://www.vistodalbasso.it/2017/02/02/cinema-la-la-land-2/