https://www.vistodalbasso.it/2017/07/23/volley-zaytsev-e-lharakiri-della/

https://www.vistodalbasso.it/2017/07/08/volley-far-le-scarpe-zaytsev-no-meglio/

Nell’epoca in cui si sa tutto di tutti in tempo reale, grazie o per colpa del web e dei social, solo ieri gli addetti ai lavori hanno preso atto di una verità fondamentale nella vicenda Zaytsev-scarpe-Fipav. Tanto semplice quanto spiazzante, specie per per chi ha dato mazzate a senso unico, scritte o verbali che siano state.
Un deprimente segnale di come nemmeno chi dovrebbe ha la cura di leggere almeno ciò che riguarda tematiche professionali, si cura di leggere.  Nell’intervista rilasciata a Sky tv, Ivan Zaytsev ha tra l’altro ribadito e confermato quanto si era potuto leggere fin dal 19 luglio, sul Corriere dello Sport e su Visto dal basso. Ma in Federazione penso e sono certo che il non trascurabile dettaglio fosse noto da sempre.
Il contratto per l’utilizzo delle scarpe Adidas non prevede, come peraltro era prevedibile, vincoli o penali economiche che costringano Zaytsev a indossarle anche in  Nazionale.
Sul giornale un intero sommario era dedicato
Ma la Nazionale
 non è inclusa
 nel contratto 
con l’Adidas…

Più chiaro di così…
Allora la domanda resta la solita; cosa c’è dietro a questo assurdo caso? Quali sono le reali motivazioni?

Triste vicenda. E ancor più triste ciò che ne è scaturito, anche all’interno della Nazionale.