Unbelievable, la locandina della serie Tv Netflix, con Toni Collette e Merritt Wever
La locandina della serie Tv Netflix, Unbelievable

Unbelievable, serie Tv su Netflix parte dalla realtà, da una serie di stupri avvenuti negli Stati Uniti, stati di Washington e Colorado, e affonda l’analisi nei meccanismi che seguono le denunce di stupro. Otto episodi per illustrare con lucida umanità le dinamiche e le sfaccettature dei traumi e delle conseguenze di un stupro, che è un crimine contro la persona, senza giustificazioni.

Due volte vittime

Invece accade spesso che la vittima finisce per l’esserlo due volte, quando non viene creduta, quando vengono messe in dubbio le sue verità. La serie di Susannah Grant riesce a mettere in scena fatti e stati d’animo, pregiudizi e risvolti psicologici, tenacia e superficialità (nelle forze di Polizia), disegnando con accuratezza i caratteri e mettendo sul tavolo con garbo ed empatia obiettiva le vite sfregiate delle vittime. Accompagnandoci accanto ai loro strazi, ai loro disagi, che non si esauriscono con lo stupro. Un lavoro serio e profondo, esaltato dalla genuina bravura delle due attrici che interpretano le detective: Toni Collette, diretta ed essenziale, e Merritt Wever, una poliziotta di straordinaria dolcezza e umanità. E poi c’è la minorenne violata, Kaitlyn Dever, un tremendo passato alle spalle e una vita controcorrente, senza sorrisi. Il racconto mostra anche le tipologie di reazioni delle persone vicine alle vittime di stupro, in particolare della minorenne Marie, che è una ragazza già segnata da ciò che ha passato e che la mancanza di fiducia (da parte degli altri in lei, che a sua volta dopo il fatto non ha più fiducia in nessuno) potrebbe portare ad emarginarsi sempre più da un mondo che le manifesta solo ostilità.
Il tema è forte ma la serie si segue tutta d’un fiato, quando si delineano le personalità delle protagoniste e il quadro d’indagine, che ribadisce come tante volte questo tipo di crimine, si potrebbe prevenire con una strategia investigativa più attenta e mirata.
E le parentesi nelle rispettive vite private delle due detective, da un lato servono a delineare meglio le loro figure, dall’altro alleggeriscono in qualche modo l’atmosfera. Anche se nessuna di loro riesce a lasciare i casi fuori dalla porta di casa.

Collegamenti

Si sottolinea spesso, in vari campi, l’importanza del gioco di squadra, mutuato dal linguaggio sportivo. Anche Unbelievable mostra come sia fondamentale il collegamento tra le forze di polizia nei vari Stati e come dalla sinergia possano emergere elementi fondamentali per individuare uno stupratore seriale (o un serial killer in altri casi) che non colpisce mai nello stesso luogo.

Le detective della serie Tv Netflix, Merritt Wever e Toni Collette

UNBELIEVABLE – Serie Tv su Netflix, Usa, 2019. Regia: Susannah Grant, Lisa Chodolenko. Interpreti: Toni Collette, Merritt Wever, Kaitlyn Dever, Danielle MacDonald- Otto episodi, durata tra i 43 e i 58 minuti.
* edizione originale con sottotitoli in italiano. Basata sulla segnalazione di T. Christian Miller e Ken Armstrong, pubblicata da ProPublica e The Marshall Project, su una serie di stupri nello stato di Washington e in Colorado; in seguito la notizia è stata divulgata in un libro di saggistica dal titolo A False Report.

Il trailer originale