La notizia è ufficiosa ma purtroppo attendibile. Il cinema Fiamma, a Roma in via Bissolati, a due passi dalla Stazione Termini, da Piazza Esedra e da via Veneto, non ha riaperto dopo la pausa estiva e pare che non riapra. 
Pare sia purtroppo chiuso. Fonti non ufficiali ma attendibili parlano di un esagerato costo del canone di affitto, che avrebbe indotto alla chiusura.
Initile ribadire che è un durissimo colpo per il cinema a Roma, perchè è un’altra delle sale storiche che cessa di esistere (https://www.vistodalbasso.it/2013/08/05/roma-cinema-soppressi/ vedi link) e soprattuttoperchè è una delle pochissime sale che ha accolto nella programmazione i film in lingua originale con i sottotitoli. Le sale erano molto belle e da poco rimodernate. Ricordo il pienone per la prima di La La Land lo scorso inverno e tanti altri bei film proiettati, per la gioia degli stranieri e dei romani chesi ribellano alla dittatura del doppiaggio.
Strano che non siano state emesse note ufficiali, c’è da sperare che il Fiamma in qualche modo possa rinascere anche da questo momento di crisi, con il supporto di chi ne ha la possibilità. Se questa possibilità esiste.
Per i film in lingua originale, restano ora in centro soltanto il mitico e storico Nuovo Olimpia e il Barberini. In zona non centrale c’è il Lux che talvolta proietta film non doppiati. Dovendo individuare altra location adatta al cinema in lingua e sottotitoli, viene da pensare alla multisala nella galleria di Piazza Esedra, The Space Cinema Roma Moderno.