Benatia, gol vincente alla Roma

Benatia esulta dopo l’1-0 alla Roma

Benatia gol, e la Juventus si mantiene nella scia del Napoli grazie al preziosissimo 1-0 sulla Roma, con il gol di Benatia (uno degli ex, con Pjanic e Szczesny). La Juventus ha così chiuso con due vittorie e un pareggio il ciclo di sfide dirette con le altre tre dell’alta classifica, tornando prepotentemente in corsa per inseguire il settimo scudetto consecutivo. Non era scontato dopo qualche passo falso eclatante, dopo le molte reti subite nella prima parte della stagione, invece è successo.
Allegri continua ad essere importantisssimo nel processo di crescita della squadra allargata, anche se è chiaro a tutti che la Juve ha ancora ampi margini di miglioramento, per rendere più concreta e prolifica la sua fase di predominio e meno sofferente la fase finale delle partte che comanda a lungo ma non chiude. E’ successo anche allo Stadium, con una Roma che è stata, tra le battistrada, l’avversaria più impegnativa e di maggiore qualità.L’unica che sia riuscita a costruire tre occasioni da rete (colpendo una traversa) anche se due su tre, soprattutto l’ultima clamorosa (fallita da Schick, paratona di Szczesny), nata da svarioni della difesa bianconera, a lungo bravissima ma in quei frangenti anche fortunata.

Szczesny e Chiellini

Ecco, fa tremare il pensiero che dopo aver fallito diverse occasioni per andare sul 2-0 e chiudere la partita, la Juve abbia realmente tremato fino al 95′, rischiando enormemente proprio all’ultimo respiro, quando Benatia soprattutto (a volte troppo sicuro di sé) e Chiellini, hanno regalato una palla d’oro per l’1-1. Risultato che non avrebbe reso merito alla veemente e determinata partita giocata dai bianconeri, ai quali è mancata in un paio di occasioni la consueta freddezza di Higuain, che non è riuscito ad inquadrare la porta. Ma è stata a lungo una bella Juve, battagliera (come super Mandzukic), determinata, precisa e puntuale anche in difesa.
E soprattutto si è vista una gran bella partita, entusiasmante, emozionante, aperta fino alla fine e ricca di occasioni da rete, con due traverse e grandi parate dei due portieri (Alisson e Szczesny). Roma sconfitta per il settimo anno consecutivo allo Stadium, ma uscita con notevole dignità e perfino il rimpianto per il pareggio mancato in extremis.

JUVENTUS-ROMA 1-0
RETI: Benatia 18′ pt
JUVENTUS
Szczesny; Barzagli, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi (33′ st Marchisio); Cuadrado (31′ st Bernardeschi), Higuain, Mandzukic
A disposizione: Pinsoglio, Loria, Lichtsteiner, Rugani, Asamoah, Sturaro, Bentancur, Douglas Costa, Dybala, Pjaca- Allenatore: Allegri
ROMA
Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi (40′ st Ünder), Strootman (25′ st Pellegrini); El Shaarawy (22′ st Schick), Dzeko, Perotti
A disposizione: Skorupski, Lobont, Bruno Peres, Hector Moreno, Emerson, Juan Jesus, Castan, Gerson, Gonalons- Allenatore: Di Francesco

ARBITRO: Tagliavento. ASSISITENTI: Costanzo, Manganelli. QUARTO UFFICIALE: Damato. VAR: Irrati, Pinzani
AMMONITI: 23′ pt De Rossi, 7′ st Cuadrado, 37′ st Alex Sandro, 42′ st Pellegrini, 48′ st Kolarov