La locandina del film Polar, su Netflix

POLAR – Su Netflix. Stati Unti/Germania. 2019. Regia: Jonas Akerlund. Interpreti: Mads Mikkelsen, Vanessa Hudgens, Katheryn Winnick, Matt Lucas.  Durata: 119 minuti. Tratto dal fumetto di Victor Santos. * visto in edizione originale con sottotitoli in italiano.

Polar, il film uscito su Netflix all’inizio dell’anno, trae spunto dalla graphic novel firmata da Victor Santos. Ma se anche non si conosceva la sua versione originale a fumetti, vedendo il film sarebbe venuto spontaneo ipotizzarne l’origine. Mads Mikkelsen ha la faccia giusta, il fisico giusto per il ruolo e non è certo lui il punto debole di un film che è intriso di violenza. Cruento oltre ogni immaginazione ricicla situazioni tipiche spogliandole di ogni traccia di umanità. Una violenza sparata a raffica in ogni situazione e nel modo più sanguinoso possibile.

Magari agli amanti dello splatter piacerà, ma per tutti gli altri il consiglio è di tenersi alla larga. Il soggetto è anche valido, un’azienda che prospera con i killer e li manda in pensione a 50 anni. Per risparmiare i soldi della liquidazione però, vuole morti i suoi prestatori d’opera. Non c’è traccia e spazio per i sentimenti e sulla vicenda si aggiunge il risvolto che unisce il sicario Duncan Vizia alla vicina di cottage Camille. Per lui ignoto fino al finale rivelatorio.
Gli incubi che riemergono dal passato, la freddezza dei sicari, la caricatura di Mister Blut che è a capo della azienda di morte, un pavido e paffuto che ama vestire completi sgargianti in tinta unita (giallo, rosso, i colori netti dei fumetti) e si fa forte dei sicari prezzolati al suo servizio.

Dosi di violenza sono abituali in certi film di genere, ma qui l’impressione è che si sia esagerato. E quando è troppo è troppo.

Trailer originale
https://www.youtube.com/watch?v=oMHwRal-AR8

Trailer italiano
https://www.youtube.com/watch?v=qpBBIPNjJ_4