La locandina di F is for family, serie tv su Netflix

F Is For Family – Paese: Stati Uniti. Autore/Soggetto: Bill Burr, Michael Price. Musiche: Vincent Jones, Dave Krushner
3 Stagioni – 26 episodi. Durata per episodio 22 min.
di Luca De Sanctis
F Is For Family è una serie animata distribuita da Netflix dal dicembre 2015 (attualmente ancora in corso) arrivata alla terza stagione, disponibile da novembre 2018.
Questa serie vuole essere una commedia familiare ma risulta profonda, seria e toccante, ben lontana dalle altre serie di animazione le cui vicende ruotano attorno a una famiglia, come i Simpson, i Griffin o American Dad.
L’anno è il 1975 e quella di Frank Murphy, veterano della Guerra di Corea, è una tipica famiglia americana composta dai tre figli Kevin, Maureen e Billy, e la moglie Sue. Frank, doppiato  alla perfezione (e non stonerebbe dire anche interpretato) dal comico e attore americano Bill Burr, è un padre burbero e irascibile, disilluso e frustrato che cerca di tirare avanti per garantire una vita dignitosa alla propria famiglia. Sotto la sua scorza dura si cela ovviamente un animo buono e amorevole che affiora spesso nel corso delle varie stagioni. I protagonisti di questa serie hanno inizialmente una facciata dai contorni piuttosto classici e già visti ma, episodio dopo episodio, ognuno di essi acquista spessore, si evolve e viene approfondito.
Il sapore dell’ambientazione anni ’70 impregna ogni aspetto di F Is For Family. La scelta della scala cromatica è azzeccata e contribuisce notevolmente a dare l’idea del’America di quegli anni e i disegni semplici, privi di ombre o sfumature, risultano gradevoli. I vari personaggi si districano tra questioni e problematiche (interne ed esterne alla famiglia) attinenti al periodo storico che si riflette anche nella loro mentalità, nei loro comportamenti e in generale nella società con cui si trovano a fare i conti.
Vediamo ad esempio sessismo e discriminazione, in pratica socialmente accettati; l’emozionante sbarco in soggiorno della prima televisione e le sue conseguenze; il sogno di un adolescente che dallo scantinato dove dorme già pensa di essere una star progressive rock; una madre di famiglia relegata in cucina che sente il bisogno di affermarsi anche al di fuori delle mura familiari e un vicino di casa sciupafemmine e cocainomane.
Dietro la facciata del “cartoncino” questa serie riesce a trasmettere emozioni e a far empatizzare con ognuno dei personaggi con una sceneggiatura fresca e dinamica, riesce a far ridere con intelligenza in situazioni che solo apparentemente possono risultare demenziali. Ed è soprattutto in grado di far riflettere sulle convenzioni, sui rapporti umani e sulla vita in generale.
La colonna sonora della serie è ovviamente una collezione di classici anni ’60 e ’70: Suzi Quatro, Jackson 5, Velvet Underground e tantissimi altri. Molto rappresentativa e originale anche la sigla (Come And Get Your Love dei Redbone) dove vediamo un giovane Frank volare attraverso tutte le fasi della sua vita e invecchiare rapidamente tra diploma e leva militare, matrimonio con figli, biberon e pannolini annessi e una valanga di bollette da pagare.
F Is For Family, insieme a Bojack Horseman (anche se molto diverse tra loro), costituisce un esempio lampante di come il mezzo del cartone animato ormai non è più necessariamente legato agli spettatori più giovani ma anzi offre la possibilità di raccontare delle storie ben strutturate e qualitativamente valide in una forma nuova e stimolante.
Di seguito i trailer delle varie stagioni:
La sigla