La copertina di Transiberiana, Banco del Mutuo Soccorso

Transiberiana, il nuovo Banco 

Sembra incredibile e strano, per chi segue il Banco del Mutuo Soccorso dalla prima ora, registrare la notizia che il 26 aprile uscirà Transiberiana, un nuovo album di inediti reali, a 25 anni di distanza da “Il 13”. Strano perché con la morte di Francesco Di Giacomo, non semplicemente un cantante ma la voce del prog italiano, è difficile immaginare un nuovo Banco senza la sua voce. Non esprimo un giudizio di merito ma la sensazione emotiva di un fan irriducibile.
Mi avrebbe sorpreso meno un album strumentale, magari più corposo dei bellissimi lavori di Vittorio Nocenzi. Mi ha stupito anche la rinuncia ad un musicista come Alessandro Papotto, che da anni aveva dato colore alle musiche sella band. Ma lì si entra in dinamiche diverse e personali, probabilmente.
Per anni, con il Banco al completo, mi chiedevo perché Nocenzi, Di Giacomo & C. non creassero nuova musica, e la risposta era che sarebbe uscito un album solo se avessero avuto qualcosa da dire. Ma non sono mai stato troppo convinto che davvero il Banco non avesse idee. Ecco, nel festeggiare un nuovo album che accoglierò senza pregiudizi, e che curiosamente uscirà a ridosso dell’album postumo di Francesco  Di Giacomo, La parte mancante, vinile in edicola il 21 febbraio con la splendida rivista Prog (la “figlia” italiana dell’omonimo mensile britannico).

Il Banco è il gruppo che ho visto e sentito più volte suonare dal vivo. Confesso che non ho avuto voglia di tornarci da quando se n’è andato Francesco Di Giacomo. Sono curioso di ascoltare il nuovo album, chissà che Transiberiana non mi aiuti a metabolizzare il lutto. Significativa la copertina, che mi è piaciuta molto, che colloca il mappamondo in una forma a salvadanaio che collega e ricorda il simbolo del Banco del Mutuo Soccorso.

*******************

Transiberiana esce per l’etichetta tedesca Inside Out Music/Sony Music Group.

Il Banco del Mutuo Soccorso è attualmente composto da Vittorio Nocenzi, Filippo Marcheggiani, Nicola Di Già, Marco Capozi, Fabio Moresco e Tony D’Alessio.

La tracklist di Transiberiana

1. Stelle sulla terra (6:06)
2. L’imprevisto (3:29)
3. La discesa dal treno (6:16)
4. L’assalto dei lupi (5:35)
5. Campi di Fragole (3:36)
6. Lo sciamano (4:01)
7. Eterna Transiberiana (6:20)
8. I ruderi del gulag (6:06)
9. Lasciando alle spalle (1:47)
10. Il grande bianco (6:33)
11. Oceano: Strade di sale (3:39)

La dichiarazione di Vittorio Nocenzi

Sono entusiasta di poter collaborare con Inside Out dopo aver lavorato così duramente sul nuovo album. Mi riempie di gioia e soddisfazione dato che sono stato davvero ispirato sin dall’inizio! Per troppi anni, la band si è dedicata solo alle esibizioni dal vivo, era ora che tornassimo a comporre, suonare e produrre nuovo materiale! Scegliendo il concetto di “Transiberiana” per questo nuovo lavoro, vorrei sottolineare due aspetti principali: in primo luogo la nuova formazione del Banco composta da grandi musicisti e grandi persone; in secondo luogo, la presenza dei miei due figli nel progetto, Michelangelo ha collaborato alla stesura dell’album e Mario Valerio si è occupato della strategia di marketing e comunicazione ad esso correlata. Questi due elementi sono stati i migliori doni che potessi mai avere! E questa è una motivazione in più, se mai è necessario, per fare del mio meglio e per raggiungere gli obiettivi del Banco. Posso solo augurare ai fan di godere di questo incredibile progetto, e non vedo l’ora di vederli dal vivo quando andremo a suonare l’album assieme ai brani classici del Banco in tutto il mondo, con Filippo Marcheggiani (chitarra solista), Nicola Di Già (chitarra ritmica), Fabio Moresco (batteria), Marco Capozi (basso), il nostro cantante Tony D’Alessio e io!