La Coppa dello scudetto di pallavolo femminile, la Samsung Galaxy

Finale Novara-Conegliano atto terzo. Il servizio video di presentazione della terza partita della finale scudetto di pallavolo donne, diffuso dalla Lega Femminile di Volley. L’intervista con il libero dell’Imoco Conegliano, Moki De Gennaro.

Sara Bonifacio (Igor Novara)

“Siamo pronte a vivere un nuovo atto di questa finale Scudetto – spiega Sara Bonifacio – che si sta rivelando, come ci aspettavamo, una splendida battaglia tra due grandi squadre. Dopo la sconfitta in gara due c’è da parte nostra il desiderio di tornare a vincere sfruttando il fattore campo e l’entusiasmo che un Pala Igor sold-out sarà in grado di trasmetterci. A questo punto contano tantissimo i dettagli, ogni singolo scambio può essere decisivo per fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta e dovremo mantenere un tasso di concentrazione elevatissimo, trasformando in voglia di rivalsa anche il rammarico per non essere riuscite a completare la rimonta al PalaVerde”.

Joanna Wolosz (Imoco Conegliano)

“Giochiamo a casa loro e conosciamo la loro forza. Ci aspetteranno con grande aggressività dopo la sconfitta in Gara-2 e certamente vorranno riprendersi il vantaggio, ma se noi entriamo in campo con l’atteggiamento giusto e la cattiveria che serve in queste finali tutto può succedere. In questa finale sono in campo le due squadre migliori del campionato e le partite vengono decise dai dettagli, la differenza è minima. Dobbiamo riuscire ad essere intense nel gioco e commettere pochi errori. Dopo 8 partite giocate tra noi e loro non penso ci saranno sorprese nel piano-partita, ci conosciamo ormai bene, così come non credo che ci siano pressioni particolari da una parte e dall’altra”.

Samantha Fabris (Imoco Conegliano)

“E’ una finale bellissima, dura, combattuta e spettacolare, penso che il pubblico si stia divertendo molto. Sabato giocare al Palaverde così pieno e caldo è stato qualcosa di speciale, dentro di me pensavo che volevo assolutamente tornare a giocarci ancora una partita e fortunatamente succederà domenica. Ma ora siamo concentrate solo su gara3 di domani: ogni gara ha la sua storia, ma è stato fondamentale pareggiare il conto sabato e tornare in corsa, anche se è stata molto dura. In gara1 abbiamo fatto tanti errori, in gara2 abbiamo giocato due set di alto livello, poi abbiamo buttato via le occasioni per chiudere presto e abbiamo sofferto fino alla fine, ma recuperando il nostro gioco e con l’aiuto del pubblico siamo tornate a giocare bene e vincere. Ora andiamo a Novara convinte di fare bene e con il morale alto per tentare l’impresa di batterle a casa loro.”