Un’immagine del film Call for dreams

Festival Oltre lo specchio a Milano

Ricevo e volentieri pubblico la presentazione di una meritevole e interessante iniziativa dedicata agli appassionati del cinema in generale, del cinema fantastico e di fantascienza in particolare. Oltre lo specchio va appunto anche oltre lo schermo, proponendo modelli di cultura trasversale che non si limitano all’evento cinematografico.

Da mercoledì 5 a mercoledì 12 giugno si terrà a Milano la prima edizione di Oltre lo specchiofestival dell’immaginario fantastico e di fantascienza, che proporrà proiezioni in lingua originale con sottotitoli italiani, oltre a ospiti, panel e workshop dedicati alla più grande risorsa del genere umano: l’immaginazione.

I cinema Arcobaleno (Viale Tunisia 11) e Palestrina (Via G.P. da Palestrina 7), il MIC – Museo Interattivo del Cinema (Viale Fulvio Testi 121) e Film Tv Lab(Via S. Giovanni alla Paglia 9) ospiteranno tutti gli appuntamenti: 17 opere inedite e in anteprima in concorso, 11 titoli nelle sezioni collaterali e 26cortometraggi provenienti da 25 paesi di 4 continenti, ai quali si affiancherà un ricco calendario di eventi collaterali.

Le proiezioni di Oltre lo specchio saranno divise in 3 sezioni: la competitiva CineFuturo dedicata a lungometraggi di finzione in anteprima italiane e internazionali; Illuminazioni che proporrà film e documentari dal taglio sperimentale; Piccoli futuri rivolta ai più giovani con anteprime italiane dal forte impatto spettacolare.

La giuria chiamata ad assegnare i premi Ciciarampa per miglior film, miglior regia, migliori effetti speciali e film più innovativo della sezione CineFuturo è composta da:

  • Luisa Ceretto – Lavora presso la Cineteca di Bologna, critico cinematografico e saggista (“Il ragazzo selvaggio”, “Primi Piani”, “Cinecritica”)
  • Paolo Nizza – Caposervizio contenuti editoriali sito Sky Cinema e coautore del canale YouTube Cuore Selvaggio
  • Emanuele Sacchi – Giornalista, critico e saggista (“FilmTV”, “MyMovies”, “FilmIdee”)

“Fantastico e fantascienza – sottolinea il direttore artistico Stefano Locati – aiutano a rileggere il passato, vivere il presente e a immaginare un futuro migliore. La sfida di Oltre lo specchio sarà quella di proporre temi stimolanti che possano offrire al pubblico uno sguardo coinvolgente sulla forza e l’importanza dell’immaginazione. Per questo abbiamo pensato di intitolare i nostri premi Ciciarampa. come la più nota traduzione della poesia Jabberwocky di Lewis Carroll, massimo esempio di libertà creativa e costruzione di mondi (im)possibili.

Accanto a quelli ufficiali, sarà assegnato anche il premio del pubblico, che sarà chiamato a votare i film visti in sala semplicemente compilando una scheda all’uscita delle proiezioni. La cerimonia di premiazione si terrà mercoledì 12 giugno, al Cinema Arcobaleno dalle ore 21.30, al termine della proiezione del film di chiusura Perfect, prodotto da Steven Soderbergh.

https://www.youtube.com/watch?v=vAXEQF19hdg&feature=youtu.be

L’apertura di Oltre lo specchiomercoledì 5 giugno alle ore 19.30 al Cinema Arcobaleno, è affidata al fantasy cinese in anteprima europea The Knight of Shadows: Between Yin and Yang di Vash (sezionePiccoli Futuri, che sarà distribuito in Italia da Minerva Pictures) in cui Jackie Chan interpreta uno scrittore alle prese con il mondo degli spiriti dell’antica Cina. A seguire, alle ore 21.30, sempre nella stessa sezione, Endzeit – Ever After di Carolina Hellsgard, atipico zombie movie tedesco tratto da un graphic novel di Olivia Vieweg tutto al femminile. Piccoli Futuri indagherà anche superpoteri misteriosi (First Light di Jason Stone), mondi impossibili (Homestay di Parkpoom Wongpoom), viaggi spaziali (White Space di Ken Locsmandi) e distopie apocalittiche (Foxtrot Six di Randy Korompis, in anteprima internazionale).

Nei giorni successivi, il concorso CineFuturo spazierà poi tra creature mostruose e alieni (Lifechanger di Justin McConnell, Seeds di Owen Long, Monstrum di Huh Jong-ho, The Pool di Ping Lumpraploeng,Cutterhead di Rasmus Kloster Bro), viaggi spaziali e temporali (The Final Land di Marcel Barion, Cities of Last Things di Ho Wi Ding, Stray di Joe Still), altri mondi (Spell di Brendan Walter, Averno di Marcos Loayza), realtà aumentata e nuove tecnologie (Color Me True di Hideki Takeuchi, Precognition di Luke Tedder, Kin di Jonathan & Joss Baker), involuzione della specie umana (Involution di Pavel Khvaleev) e l’anteprima internazionale di Il cerchio delle lumache di Senesi Michele.

La sezione Illuminazioni propone corti provenienti da tutto il mondo suddivisi nei programmi tematici “Fantascienza”, “Fantastico”, “Bizzarro & Sperimentale”, “Fanta-Love”, e “Game Video Essay”, oltre a film dal grande impatto spettacolare: il fantascientifico High Life di Claire Denis con Robert Pattinson eJuliette Binoche protagonista della serata di sabato 8 giugno al cinema Palestrina ore 21.30, ma anche dei sogni indagati in Call for Dreams di Ran Slavin e l’animazione passo uno Hoffmaniada di Stanislav Sokolov dedicata allo scrittore E.T.A. Hoffman.

Tra gli ospiti, presenti in sala venerdì 7 giugno al cinema Arcobaleno per presentare i loro film, i registiSenesi Michele (Il cerchio delle lumache, ore 17.30), Marcel Barion (The Final Land, ore 19.30) e Ran Slavin (Call for Dreams, ore 21.30).

La chiusura di Oltre lo specchiomercoledì 12 giugno al Cinema Arcobaleno proporrà alle 19.30 il fantascientifico Kin con Zoë Kravitz e James Franco (da agosto al cinema con Leone Film Group) e alle 21.30 Perfect, allucinata opera prima in concorso prodotta da Steven Soderbergh.

https://www.vistodalbasso.it/2019/04/03/cinema-festival-oltre-lo-specchio-a-milano/

Oltre lo specchio si aprirà poi a contributi e contenuti di altri media e sfere di esperienza. Gli eventi collaterali, a entrata gratuita, da giovedì 6 a domenica 9 giugno presso MIC – Museo Interattivo del Cinema e Film Tv Lab, spazieranno dalla televisione alla letteratura, dall’architettura all’urbanistica, dalla tecnologia all’ambiente, per far incontrare immaginazione e realizzazione.

Giovedì 6 maggio al MIC si comincerà alle 18,30 con un omaggio alla serie Il trono di spade con i critici televisivi Stefania Carini e Andrea Fornasiero, lo scrittore e traduttore Edoardo Rialti e proiezione di clip con interviste inedite al cast della serie.

Venerdì 7 giugno, sempre al MIC, sarà dedicato al futuro prossimo venturo. Alle 18.30 Fondazione Umberto Veronesi proporrà l’incontro “Il cibo del futuro tra fantascienza e realtà”. Alle 19.30, in collaborazione con Comune di Milano – Assessorato a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane, si cercherà di delineare come saranno le città del futuro con chi sta già cercando di progettarle: architetti, designer ed esperti di domotica e a seguire l’atmosfera si farà più incandescente grazie all’incontro Le città del futuro di menare, a cura del sito da combattimento I 400 calci.

Sabato 8 giugno, sempre al MIC, gli incontri cominceranno già alle 11.00 di mattina con ospiti davvero speciali tra scrittori, registi, autori di fumetti ed esperti. Si parlerà di distopie e fantasmagorie con Dario Tonani, Luca Tarenzi e Lukha B. Kremo, collezionismoletteratura e scrittura con Giovanni Mongini, Giuseppe Festino, Mario Gazzola e molti altri, di fumetti di fantascienza con Max Bertolini, Lorenzo Mò, Lorenzo Ghetti, focus su Bonelli alla presenza di Adriano Barone, Andrea Cavalletto e Claudio Chiaverotti, e produzione low budget con i registi Ran Slevin e Marcel Barion, per poi concludere il programma alle 19.00 con la proiezione del documentario Worlds of Ursula K. LeGuin di Arwen Curry e tavola rotonda a seguire sulla sci-fi al femminile moderata dalla ladra di libri Mariana Marenghi con le scrittrici Giulia Abbate, Franci Conforti ed Elisabetta Mimico. Nel pomeriggio spazio anche ai più piccoli con il workshop Gioca Hogwarts, alle ore 15.30 a cura di LongTake e Lorenzo Bianchi.

Sempre sabato 8 giugno, di notte ci si sposterà a Film Tv Lab per una maratona a ingresso libero con tessera Arci. Dalle 23.00 proiezione di Guida galattica per autostoppisti per omaggiare il 40° anniversario dell’uscita dell’omonimo libro cult di Douglas Adams, e per il quale si consiglia di venire muniti di asciugamani. A seguire, per tutta la notte, proiezione di grandi classici che hanno ispirato Aliendi Ridley Scott, altro grande cult arrivato al traguardo delle 40 candeline.

Domenica 9 giugno si torna al MIC dalle 15.00 con una giornata dedicata ai linguaggi del genere. Si comincerà con una tavola rotonda sulle serie tv geek che hanno ispirato generazioni di giovani donne, si continuerà con un workshop in collaborazione con Wacom sull’illustrazione digitale, si indagheranno le nuove forme della manipolazione delle immagini tra effetti speciali e VR con Omar Rashid e Luca Roncella, Bloodbuster racconterà le Contaminations della sci-fi italiana, per finire alle 18.00 con il programma di corti “Game Video Essay”, in collaborazione con Milan Machinima Festival, introdotti da Matteo Bittanti e dal regista Paolo Santagostino.

Al MIC – Museo Interattivo del Cinema sarà presente un banchetto vendita libri a cura della libreria Il Covo della ladra, specializzata nel genere fantasy, sci-fi e noir. Inoltre, dal 5 al 12 giugno, mostrando l’abbonamento o il biglietto delle proiezioni del festival presso Bloodbuster (Via Panfilo Castaldi 21) sarà possibile acquistare libri “Bloodbuster edizioni” con il 20% di sconto.

Oltre lo specchio perché, come Alice, vogliamo fare un passo attraverso lo specchio della realtà per andare oltre il qui e ora e costruire uno spazio in cui l’immaginazione possa ritrovare centralità.
ACCREDITI E ATTIVITÀ STAMPA

È possibile richiedere gli accrediti stampa scrivendo a sara.sagrati@gmail.com

Hashtag #oltrelospecchio