Sandy Wexler film | Recensione

Sandy Wexler, il film del 2017 prodotto, scritto e interpretato da Adam Sandler, è un omaggio satirico al manager dell’attore, Sandy Wernick. In assoluto non sono tra coloro che disprezzano l’attore americano, che nel suo curriculum ha diversi film più o meno demenziali o mal riusciti, ma che ha saputo anche dimostrare le sue qualità. Attore che dà il meglio quando la commedia si tinge d’amaro o malinconico, quando il dramma si fa strada consentendogli di accentuare quella doppia personalità attoriale spesso incompresa e criticata.
Ad esempio ascoltando la sua voce biascicata in questo Sandy Wexler, l’intonazione e il timbro che dà al suo personaggio, nei primi minuti si ha quasi una reazione infastidita e ci si chiede come si possa resistere per le due ore abbondanti di film. Mentre invece fa subito presa e diverte la spassosa risata spiazzante, costruita per questo manager di serie B (parente ideale dell’alleniano Broadway Danny Rose), chiacchierone, bugiardo e millantatore (“Dico alle persone ciò che penso vogliano sentirsi dire”).
Invece si finisce per accettare il personaggio ed entrare in sintonia con il suo mondo assurdo, diventando complici, come i tanti attori che partecipano, come se fosse un documentario alla Woody Allen sulla vita di Sandy Wexler, imitandone anche risata e voce.
Perché al di là delle apparenze non è affatto un film banale. E’ anzi ricco di trovate e gag, con una sceneggiatura divertente, a parte la scena irritante in cui Courtney Clarke (la bellissima attrice Jennifer Hudson) è nella scalcinata sala di registrazione per il suo primo demo.
Insomma, scelto su Netflix per arricchire la filmografia di Adam Sandler nel mio bagaglio di spettatore, Sandy Wexler è risultato una piacevole e divertente sorpresa.

Doppiaggio traditore

Inevitabile ripetermi a proposito del doppiaggio, di quanto impedisca di apprezzare i film e gli attori così come sono. E di quanto a volte stravolga e mortifichi un’opera. Sandy Wexler è clamorosamente uno di questi casi. Dopo aver visto il film in originale ero curioso di ascoltare come era stato doppiato il modo di parlare di Adam Sandler, una delle chiavi fondamentali per capire l’essenza del personaggio. Ebbene è stato doppiato come negli altri film, salvo (forse) una leggerissima alterazione che si comprende solo se si è vista la versione originale. Ci si poteva almeno sforzare di dare nel doppiaggio la connotazione dell’originale. Altrimenti non si capisce nemmeno perché una persona particolare, che mangia in modo schifoso ma non di orribile aspetto, risultasse così poco credibile o soffocata nelle sue pulsioni sentimentali amorose.

Sandy Wexler, la scheda

SANDY WEXLERRegia: Steven Brill. Interpreti: Adam Sandler, Jennifer Hudson, Terry Crews, Kevin James, Robin Schneider, Colin Quinn, Nick Swardson, Chris Rock, Henry Winkler. Usa, 2017. Durata 130 minuti. Visibile su Netflix.
* visto in versione originale con sottotitoli

Sandy Wexler, il trailer originale

Sandy Wexler, il trailer con doppiaggio italiano


Leandro De Sanctis

Torna in alto