Diatec Trentino Volley
Trento e Ravenna sono gli unici club che dovranno giocare nel giorno di Natale

Lega Pallavolo e Cev salvano il Natale della pallavolo italiana. Si giocherà a Santo Stefano la prima giornata di ritorno della SuperLega Credem Banca: un successo per la politica della Lega Pallavolo Serie A e dei proprietari dei Club di SuperLega, con il supporto della Federazione. I tredici patron delle Società avevano infatti firmato nei giorni scorsi una lettera indirizzata al presidente della Confederazione Europea, Aleksandar Boricic, sottolineando le difficoltà del planning e rimarcando che la data iniziale del torneo di qualificazione olimpica di Berlino fissata al 5 gennaio avrebbe reso impossibile lo svolgimento del turno del 26 dicembre, costringendo allo spostamento al 25.

Calendario, problemi eterni

La pallavolo continua a soffrire enormi problemi di calendario, perennemente sovraffollato e intasato da impegni supplementari, dal Mondiale per club della Fivb alle periodiche finestre per le qualificazioni varie, in questa stagione per l’Olimpiade di Tokyo 2020. Da trent’anni l’attività internazionale, cresciuta a dismisura per le strategie e i fini di Fivb e Cev, il campionato italiano soffre di questa problematica. Il primo conflitto che indusse un club (era Cuneo) a minacciare il ricorso ai Tribunali risale al 1989, a causa del World Gala piazzato in mezzo alla Serie A1.

La finestra dei 10 giorni

Rispetto agli appuntamenti agonistici delle nazionali, sono infatti dieci i giorni di anticipo con cui le Federazioni richiamano i propri atleti. Con l’Italia di Blengini già qualificata, il problema della partenza forzata al 26 dicembre avrebbe coinvolto i giocatori stranieri in Italia.
I tredici firmatari della lettera hanno ricevuto una risposta franca dal presidente Boricic che ha assicurato come la CEV comprenda le necessità del Campionato italiano e che nessuna delle otto formazioni in campo a Berlino richiamerà propri giocatori prima di aver consentito la disputa della gara del 26. I proprietari hanno ringraziato oggi il presidente Boricic ed il vice presidente Renato Arena per la sensibilità dimostrata al problema.
La CEV ha anche ribadito il ruolo chiave della Lega Pallavolo Serie A, ribadendole l’invito a partecipare a lavori di studio sui planning internazionali dei prossimi anni di concerto con la FIVB.

Solo Trento e Ravenna in campo


Il 25 dicembre si disputerà quindi una sola gara, Itas Trentino – Consar Ravenna: la data è obbligata dalla già nota indisponibilità della BLM Group Arena per il giorno di Santo Stefano.